REGOLAMENTO PREMIO ACQUI 2019

Il Concorso Premio Acqui 2019 e la XIV Edizione della Biennale Internazionale per l’Incisione, sono organizzati dall’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione, patrocinati da Rotary Club Acqui Terme, Regione Piemonte, Comune di Acqui Terme.


Il Premio Acqui costituisce una grande opportunità perché, oltre il premio in denaro di euro 5.000 e la tiratura in 50 esemplari, inserisce le opere degli Artisti partecipanti nella collezione permanente che potrà essere ospitata in situazioni Museali e Fondazioni internazionali, in esposizioni organizzate per diffondere e valorizzare il mondo dell’Incisione  contemporanea nelle sue diverse forme, tradizionali e sperimentali.


Il Bando del concorso è pubblicato sul sito www.acquiprint.it

Leggi il comunicato completo

Premio Acqui 2017

Visualizza il programma completo della giornata

 


Programma completo dei laboratori

Viaggio nella storia della carta nella tradizione Orientale e Occidentale; Le origini della stampa e la divulgazione del sapere;

ÀREMU Associazione Culturale

Primo giorno: Viaggio nella storia della carta nella tradizione Orientale e Occidentale

Le tecniche e i processi lavorativi delle antiche corporazioni di artieri, sono monumenti, opera di un’identità da restaurare. Esperienze in intima fusione con la natura e i suoi ritmi. Produrre artigianalmente la carta innesca processi cognitivi che offrono occasioni eccezionali di relazione con la storia, l’ambiente e il quanto mai attuale problema etico del riciclo dei materiali.

La tradizione Orientale della Washi giapponese del IX sec., mette in relazione l’osservazione del terri-torio con le risorse naturali dalle quali estrarre pura cellulosa.

La tradizione Occidentale delle gualchiere medioevali, pone l’attenzione sull’argomento del reimpiego dei materiali di scarto per ottenere carte di finissima qualità dai cenci di lino, cotone, canapa.

Assisteremo e parteciperemo alle fasi successive il raccolto:

  • La selezione delle fibre vegetali
  • Follatura, lisciviazione e setacciatura della pasta di cellulosa.
  • Il foglio: pescaggio delle fibrille nel tino d’acqua; stiacciatura e asciugatura dei nostri fogli.

Secondo giorno: Le origini della stampa e la divulgazione del sapere

Le tecniche di stampa vantano una tradizione antichissima. Molti anni prima di Cristo la Cina stampava me-ravigliose matrici xilografiche: fogli di legno scavati con sgorbie, inchiostrati a rilievo e stampati su carta o stoffa. Nel XIV secolo anche l’Europa conobbe quest’arte, contribuì alle innovazioni tecniche e accrebbe la sua notorietà fino all’invenzione dei caratteri mobili di Gutenberg: la stagione d’oro della stampa. Nacquero stamperie del libro con finissimo gusto per illustrazioni all’acquaforte o a bulino, opere tirate in esclusivissimo numero di esemplari. Si sperimentarono nuove tecniche, nuovi materiali e medium incisori finchè, la crescen-te richiesta di carta stampata non dimise il torchio a stella per il rotocalco, la tipografia.

Tutto il sapere è profondamente debitore alla stampa: il mezzo più efficace per la diffusione della cultura.

Il percorso sarà scandito nei scanditi nei seguenti momenti:

  • Disegno/incisione: realizzazione grafica su fogli di rame/alluminio.
  • Inchiostro: preparazione della matrice con inchiostri tipografici.
  • Stampa: trasferimento speculare dell’immagine su carte vergate a mano.

 

Comunicato stampa nuovo logo Binnale

LogoIncisione

L’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione di Acqui Terme dà il via alla 13° edizione del Premio Acqui e presenta il suo nuovo logo.

L’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione rinnova il suo impegno per la città di Acqui Terme e in occasione del suo 25° anno di attività, presenta il suo nuovo logo. “Abbiamo voluto un logo che avesse un forte legame con la nostra città, che fosse un omaggio alla nostra storia e che al tempo stesso fosse moderno e di veloce comprensione” dice il Dott. Giuseppe Avignolo, Presidente dell’Associazione, “Il rimando agli archi dell’acquedotto romano è stata una scelta immediata, rivisitandoli in chiave moderna e dinamica”.

L’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione ha da sempre la volontà di coinvolgere la città nella cultura dell’antica arte incisoria e di condividere con i suoi cittadini le opere degli Artisti e anche quest’anno, con la XIII edizione del Premio Acqui, darà libero accesso alla visione di tutte le opere presso il Castello dei Paleologi.

Appuntamento quindi a 10 Giugno 2017 per la presentazione del nuovo logo e di tutte le opere.

 

 

Finalisti Premio Acqui Incisione 2017


La Commissione di Accettazione, composta da Mariagrazia Mazzitelli, direttore editoriale della Salani, Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, Ivan Pengo, presidente di Milano Printmakers, Moreno Chiodini, docente di Tecniche Incisorie alla Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano, Giancarlo Busato, docente alla Stamperia d’Arte di Vicenza, ha segnalato come finalisti del Premio Acqui Incisione 2017:


Castañeda Carlos Messico (1981)
Curlante Mauro Italia (1988)
Darvishi Mehdi Iran (1988)
De Simeis Andrea Italia
Demattio Rita Italia
Franssen Peter Olanda
Fukuda Mina Giappone (1991)
Gerevini Norma Italia (1993)
Geronazzo Francesco Italia (1984)
Ghafari Masoud Iran (1986)
Gritti Calisto Italia
Habisiak Matczak Alicja Polonia
Hristova Evgeniya Bulgaria (1986)
Jaxy Constantin Germania
Kobayashi Jinan Giappone
Lava Pedro Luis Venezuela
Luciano Stefano Italia
Mise Zoran Bulgaria (1984)
Moneghetti Adriano Italia
Paz Vicente Spagna


Il 31 gennaio la Giuria Popolare assegnerà il Premio Acqui Incisione 2017; nella stessa sessione verrà assegnato il Premio Giovani Under 31. I nomi dei vincitori saranno resi noti il 10 giugno 2017 nel corso della cerimonia di inaugurazione della XIII esposizione Biennale Internazionale di Acqui Terme.