Biennale Internazionale per l'Incisione "Premio Acqui"

REGOLAMENTO PREMIO ACQUI 2019

Il Concorso Premio Acqui 2019 e la XIV Edizione della Biennale Internazionale per l’Incisione, sono organizzati dall’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione, patrocinati da Rotary Club Acqui Terme, Regione Piemonte, Comune di Acqui Terme.


Il Premio Acqui costituisce una grande opportunità perché, oltre il premio in denaro di euro 5.000 e la tiratura in 50 esemplari, inserisce le opere degli Artisti partecipanti nella collezione permanente che potrà essere ospitata in situazioni Museali e Fondazioni internazionali, in esposizioni organizzate per diffondere e valorizzare il mondo dell’Incisione  contemporanea nelle sue diverse forme, tradizionali e sperimentali.


Il Bando del concorso è pubblicato sul sito www.acquiprint.it

  Leggi il comunicato completo Modulo di partecpiazione
 

Verordnungen

 
Réglement  

Premio Acqui 2017

Visualizza il programma completo della giornata

 


Programma completo dei laboratori

Viaggio nella storia della carta nella tradizione Orientale e Occidentale; Le origini della stampa e la divulgazione del sapere;

ÀREMU Associazione Culturale

Primo giorno: Viaggio nella storia della carta nella tradizione Orientale e Occidentale

Le tecniche e i processi lavorativi delle antiche corporazioni di artieri, sono monumenti, opera di un’identità da restaurare. Esperienze in intima fusione con la natura e i suoi ritmi. Produrre artigianalmente la carta innesca processi cognitivi che offrono occasioni eccezionali di relazione con la storia, l’ambiente e il quanto mai attuale problema etico del riciclo dei materiali.

La tradizione Orientale della Washi giapponese del IX sec., mette in relazione l’osservazione del terri-torio con le risorse naturali dalle quali estrarre pura cellulosa.

La tradizione Occidentale delle gualchiere medioevali, pone l’attenzione sull’argomento del reimpiego dei materiali di scarto per ottenere carte di finissima qualità dai cenci di lino, cotone, canapa.

Assisteremo e parteciperemo alle fasi successive il raccolto:

  • La selezione delle fibre vegetali
  • Follatura, lisciviazione e setacciatura della pasta di cellulosa.
  • Il foglio: pescaggio delle fibrille nel tino d’acqua; stiacciatura e asciugatura dei nostri fogli.

Secondo giorno: Le origini della stampa e la divulgazione del sapere

Le tecniche di stampa vantano una tradizione antichissima. Molti anni prima di Cristo la Cina stampava me-ravigliose matrici xilografiche: fogli di legno scavati con sgorbie, inchiostrati a rilievo e stampati su carta o stoffa. Nel XIV secolo anche l’Europa conobbe quest’arte, contribuì alle innovazioni tecniche e accrebbe la sua notorietà fino all’invenzione dei caratteri mobili di Gutenberg: la stagione d’oro della stampa. Nacquero stamperie del libro con finissimo gusto per illustrazioni all’acquaforte o a bulino, opere tirate in esclusivissimo numero di esemplari. Si sperimentarono nuove tecniche, nuovi materiali e medium incisori finchè, la crescen-te richiesta di carta stampata non dimise il torchio a stella per il rotocalco, la tipografia.

Tutto il sapere è profondamente debitore alla stampa: il mezzo più efficace per la diffusione della cultura.

Il percorso sarà scandito nei scanditi nei seguenti momenti:

  • Disegno/incisione: realizzazione grafica su fogli di rame/alluminio.
  • Inchiostro: preparazione della matrice con inchiostri tipografici.
  • Stampa: trasferimento speculare dell’immagine su carte vergate a mano.

 

Comunicato stampa nuovo logo Biennale

LogoIncisione

L’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione di Acqui Terme dà il via alla 13° edizione del Premio Acqui e presenta il suo nuovo logo.

L’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione rinnova il suo impegno per la città di Acqui Terme e in occasione del suo 25° anno di attività, presenta il suo nuovo logo. “Abbiamo voluto un logo che avesse un forte legame con la nostra città, che fosse un omaggio alla nostra storia e che al tempo stesso fosse moderno e di veloce comprensione” dice il Dott. Giuseppe Avignolo, Presidente dell’Associazione, “Il rimando agli archi dell’acquedotto romano è stata una scelta immediata, rivisitandoli in chiave moderna e dinamica”.

L’Associazione Biennale Internazionale per l’Incisione ha da sempre la volontà di coinvolgere la città nella cultura dell’antica arte incisoria e di condividere con i suoi cittadini le opere degli Artisti e anche quest’anno, con la XIII edizione del Premio Acqui, darà libero accesso alla visione di tutte le opere presso il Castello dei Paleologi.

Appuntamento quindi a 10 Giugno 2017 per la presentazione del nuovo logo e di tutte le opere.

 

 

Finalisti Premio Acqui Incisione 2017


La Commissione di Accettazione, composta da Mariagrazia Mazzitelli, direttore editoriale della Salani, Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, Ivan Pengo, presidente di Milano Printmakers, Moreno Chiodini, docente di Tecniche Incisorie alla Scuola d’Arte del Castello Sforzesco di Milano, Giancarlo Busato, docente alla Stamperia d’Arte di Vicenza, ha segnalato come finalisti del Premio Acqui Incisione 2017:


Castañeda Carlos Messico (1981)
Curlante Mauro Italia (1988)
Darvishi Mehdi Iran (1988)
De Simeis Andrea Italia
Demattio Rita Italia
Franssen Peter Olanda
Fukuda Mina Giappone (1991)
Gerevini Norma Italia (1993)
Geronazzo Francesco Italia (1984)
Ghafari Masoud Iran (1986)
Gritti Calisto Italia
Habisiak Matczak Alicja Polonia
Hristova Evgeniya Bulgaria (1986)
Jaxy Constantin Germania
Kobayashi Jinan Giappone
Lava Pedro Luis Venezuela
Luciano Stefano Italia
Mise Zoran Bulgaria (1984)
Moneghetti Adriano Italia
Paz Vicente Spagna


Il 31 gennaio la Giuria Popolare assegnerà il Premio Acqui Incisione 2017; nella stessa sessione verrà assegnato il Premio Giovani Under 31. I nomi dei vincitori saranno resi noti il 10 giugno 2017 nel corso della cerimonia di inaugurazione della XIII esposizione Biennale Internazionale di Acqui Terme.

Selezionati Premio Acqui Incisione 2017

  • Abbiati Stefano Italia
  • Allegro Laura Italia
  • Alonso Alvarez Alondra Messico
  • Aulmann Eva Italia
  • Baudoncourt Cécile Francia
  • Bellitta Grazia Amelia Italia
  • Bica Natalia Veronica Romania
  • Borck Carsten Germania
  • Boveri Roberta Italia
  • Bovo Paola Italia
  • Bruno Agato Italia
  • Cafolla Maria Rosanna Italia
  • Canchari Mariela Perù
  • Cangelosi Laura Italia
  • Carlan Loris Alessandro Italia
  • Caruso Mattia Italia
  • Casolari Francesco Italia
  • Cassara Margherita Italia
  • Chinellato Sandro Italia
  • Chomicz Malgorzata Polonia
  • Coccia Donato Italia
  • Cojocaru Miriam Israele
  • Consilvio Giuliana Italia
  • Convento Emanuele Italia
  • Cornacchia Elisa Italia
  • Cortés Fuentes Mauricio Cristobal Cile
  • Costa Lara Monica Italia
  • Costanzo Nicola Italia
  • Cutrone Luis Alberto Italia
  • De Marinis Fausto (Italia
  • De Souza Querozito India
  • Del Castillo Bernabé Francia
  • Dengra Bolaños Carmen Spagna
  • Dzhurayeva Olesya Ucraina
  • Fabregas Clara Oliva Spagna
  • Fadda Mario Italia
  • Fallani Stefano Italia
  • Favaro Gianni Italia
  • Fernandez La Rosa Sofia Daniela Perù
  • Giacomin Gianna Italia
  • Giordano Francesco Italia
  • Gnocchi Alberico Italia
  • Guadalupe Geneviève Perù
  • Gui Jang Cina
  • Haladaj Wieslaw Polonia
  • Jacob Adelina Brasile
  • Kofman Ariel Argentina
  • Kordecka Agata Ewa Italia
  • Košar Alja Slovenia
  • Kwon Hyejeong Corea
  • Labrini Rosangela Italia
  • Landell Valdivia Nubia Messico
  • Lisardi Mauro Italia
  • Machowski Jacek Polonia
  • Mahan Beatriz Cile
  • Martignoni Silvana Italia
  • Mc Lauchlan Galdo Kim Perù
  • Mele Dalila Chiara Italia
  • Michielon Vittorio Italia
  • Miranda Marcela Argentina
  • Moriondo Luigia Italia
  • Naik Viraj India
  • Naletto Giusi Italia
  • Nedanovski Jasmina Slovenia
  • Neto Celestino Brasile
  • Palacio Gloria Canada
  • Pampiglione Maria Gemma Italia
  • Piementel Segura David Eduardo Perù
  • Pisano Angelo Italia
  • Platas Olvera José Antonio Messico
  • Pozzi Mariangela Italia
  • Rabelo Nogueira Dione Brasile
  • Rampinelli Roberto Italia
  • Restivo Valentina Italia
  • Rossi Gianfranco Italia
  • Salinas Carolina Perù
  • Samek Jiří Repubblica Ceca
  • Sapuppo Umberto Italia
  • Scotto Aniello Italia
  • Selvetti Miriam Italia
  • Spazzini Severino Italia
  • Spinelli Matteo Italia
  • Stachurska Malgorzata Polonia
  • Stanielewicz Małgorzata Polonia
  • Stanković Vladimir Serbia
  • Stragliati Michele Italia
  • Timpani Giovanni Italia
  • Tomasevic Marijana Serbia
  • Torralba Cortés Miriam Messico
  • Ugolini Livia Italia
  • Venegas Gandolfo Susana Perù
  • Virzì Laura Italia
  • William A. Brasile
  • Zitti Vittorio Italia

Edizione 2017 Acqui Incisione

Il Premio Acqui gira la boa dei 25 anni e si conferma come un progetto concreto a favore della diffusione dei linguaggi artistici, del confronto tra esperienze professionistiche e amatoriali.

In questo lungo percorso il Premio ha vissuto momenti di intensi dibattiti e richieste di rinnovamento sostenuti dalle sempre più diffuse attività di sperimentazione svolte da artisti di tutto il mondo.

L’edizione 2017 del Premio Acqui accetta la sfida del rinnovamento e propone una modifica, seppure piccola, al Regolamento, accettando contaminazioni con altre tecniche sperimentali che contemplino comunque una presenza dominante di interventi diretti di incisione originale.

Novità del concorso è anche la sezione denominata NON TOXIC, sottotitolata SOS/ Arte/ Eco, riservata ai giovani under 35, che prevede esclusivamente l’uso di tecniche tradizionali di incisione diretta sostenibile: il premio è assegnato con la collaborazione di Casa Falconieri Centro di Ricerca e Sperimentazione di Cagliari, che mette a disposizione una residenza d’artista.

Già dagli anni '80 era stata avviata la ricerca di possibilità creative legate all'uso di nuovi/vecchi materiali non-toxic; a distanza di vent'anni a che punto è la sfida di realizzare opere con inchiostri naturali, senza acidi inquinanti, supporti realizzati con carte artigianali, metodi di stampa ecosostenibili?

Questa "pratica verde" rappresenta un tentativo che può incoraggiarne altri, anche in ambiti culturali diversi, che può inserire nell’ampio dibattito sulla protezione dell’ambiente anche la questione delle arti visive.

La riflessione sul linguaggio della grafica d’arte contemporanea e sull’impatto che le tecniche hanno sull’ambiente e sulla salute dell’uomo è aperta a tutti gli Amici del Premio.

Il nuovo Regolamento è pubblicato sul sito www.acquiprint.it

 

BANDO PREMIO ACQUI INCISIONE 2017

Scarica il comunicato stampa.

 

“Archeology&Engraving”

Una mostra dedicata al Museo Archeologico di Acqui Terme

Castello dei Paleologi, camminamento, dal 24 settembre

 

Le carte selezionate per Archeology & Engraving/Archeologia & Incisione provengono dalla ricca collezione di AcquiPrint / Associazione della Biennale - quasi 6.000 esemplari - e sono state selezionate tra quelle che traggono ispirazione dal dialogo con i luoghi e i temi della classicità o delle memorie del passato.

27 artisti reinventano figure e motivi dell'immaginario archeologico riscrivendoli;  chi evocando rovine e reperti chi trasmettendo decontestualizzando elementi di altre epoche con esiti allegorici.

L’arte contemporanea guarda al passato con il consolidato linguaggio dell’antichità assorbendone gli stilemi principali per poi reinterpretarli.

Artisti di diverse latitudini e generazioni si confrontano sul tema con lavori ognuno dei quali invoca una propria maniera di porsi in relazione con la tradizione.

Nel territorio acquese tutto concorre ad affermare la cifra del classico; la mostra propone una dialettica tra classico e contemporaneo, tra il territorio dell’area archeologica e gli episodi grafici dell’esposizione.

Lungo un percorso che guida i visitatori attraverso il Castello, questa intersezione tra presente e passato avvia un dialogo speciale che si svolge nella sede del Museo Archeologico, che custodisce reperti archeologici dall’epoca del ferro agli epigoni romani.

Comunicato stampa

Opere premiate dal 1993 al 2015 della collezione Biennale Internazionale

PREMIO ACQUI INCISIONE IN MOSTRA

per l’Incisione di Acqui Terme


Con i patrocini dei Comuni di Zollino e Acqui Terme

Premio Acqui Incisione. Opere in mostra a Lecce

Il mondo è piccolo per l’importante mostra dedicata alle opere vincitrici del Premio Acqui Incisione; ospitata in Francia, Spagna e Belgio, e poi in varie occasioni in Italia; quest’anno, in una versione aggiornata, ha inaugurato la stagione espositiva al D’ArT di Dolianova in Sardegna, e dal 16 al 30 luglio sarà visitabile a Zollino, splendido borgo a pochi chilometri da Lecce.


Visualizza il comunicato stampa completo

Premio Acqui 2015

2015